· 

10 Agosto la Notte di San Lorenzo al Parco del Conero

10 Agosto la Notte di San Lorenzo al Parco del Conero

È noto che cade il 10 agosto la Notte di San Lorenzo o Notte delle stelle cadenti, quando il cielo si illumina di piccoli bagliori improvvisi che dovrebbero, secondo la credenza popolare, portare alla realizzazione dei desideri espressi da chi li vede. Anche noi, come tradizione, staremo con il naso all’insù per catturare con lo sguardo qualche stella cadere!

Ma perché proprio il 10 agosto cadono tutte queste stelle? E dove andranno a finire? E, ancora, che cosa c’entra San Lorenzo? Andiamo per ordine. Le stelle “cadono” in questo periodo perché la Terra, durante il suo moto orbitale intorno al Sole, incontra uno sciame di meteoriti chiamato Perseidi. Queste non sono altro che detriti lasciati da una cometa dal nome Swift-Tuttle. La scia luminosa che vediamo deriva dall’attrito che le meteoriti hanno con l’atmosfera al passaggio della Terra così vicina ad esse. Ma San Lorenzo?

Questo incontro ravvicinato tra Terra e Perseidi avviene intorno al 10 agosto che coincide con il giorno in cui si celebra San Lorenzo, il martire che fu condannato al rogo. La tradizione vuole che le stelle cadenti rappresentino le scintille dei carboni ardenti del rogo, mentre per Giovanni Pascoli sono le lacrime celesti di cui parla nella poesia X agosto.

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l'aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.
Ritornava una rondine al tetto:
l'uccisero: cadde tra i spini;
ella aveva nel becco un insetto:
la cena dei suoi rondinini.

Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell'ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.

Anche un uomo tornava al suo nido:
l'uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono.

Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.

E tu, Cielo, dall'alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d'un pianto di stelle lo inondi
quest'atomo opaco del Male!

La nostra serata dedicata alle Lacrime di San Lorenzo vi condurrà nella magia del cielo stellato in una atmosfera musicale a sopresa con il maestro Giacomo Rotatori, mentre voi sdraiti comodamente sul prato, a caccia di "stelle cadenti" esprimerete i vostri desideri!
 


La difficoltà è Turistica adatta a tutti.

Quota di partecipazione € 15,00
Bambini fino a 12 anni € 10,00

prenotazione obbligatoia entro le ore 19:00 del 9 agosto ai seguenti numeri
3356470584 Fabrizio
3356471228 Maurizio
anche con sms o messaggio whatsapp
Indicare sempre:
un nome e cognome;
numero dei partcipanti (adulti e bambini)

portare con se
scarpocini da trekking o scarpe comode da runninga; torcia, stuoia da mettere a terra, copertina o giacca più pesante per coprirsi durante la sosta sul prato, borraccia con acqua e snack se necessario.

N.B: il punto di ritrovo verrà comunicato una volta effettuata la prenotazione.